IMG_0082_bn

 

Sono ancora ebro del workshop fotografico “Il mio ritratto sei tu” tenuto da Efrem Raimondi a Venezia alla Casa dei Tre Oci, un workshop che definirei entusiasmante per i contenuti e per la conduzione.
È stato il primo in assoluto che ho frequentato e la scelta è ricaduta su questo tenuto da Efrem perchè sentivo di aver bisogno di superare i miei limiti nell’approccio al ritratto, un genere che mi ha sempre preso, ma che non mi ha mai regalato particolari soddisfazioni, così dopo aver seguito per un pò Efrem sui social ho intuito che forse lui mi poteva aiutare a crescere.

Non cercavo un workshop fotografico tecnico, non mi interessava conoscere gli schemi dell’illuminazione o le tecniche di posa o come postprodurre un viso, mi interessava sapere e conoscere come approcciare il soggetto, come gestire la persona che avevo difronte a me e più ancora come gestire me stesso durante lo shooting.

Il mio approccio con il ritratto è stato sempre con il freno a mano tirato, per gran parte a causa del mio carattere riservato e poi perchè mi sono sempre sentito “schiavo” del soggetto, schiacciato dalle sue aspettative sulle mie fotografie.

Durante i due giorni passati nel meraviglioso scenario veneziano, tra una pausa sigaretta e l’altra, tra un anedotto sui personaggi che ha incontrato e uno sui gattini, Efrem mi ha fatto capire che il ritratto è fotografia e la fotografia la fa il fotografo non il soggetto, che devo “aggredire lo spazio” riempiendo i vuoti eccessivi che lascio intorno ai soggetti, che devo imparare a dare più profondità, osare maggiormente ed essere infine meno accademico. Tanta roba, insomma.

Ora tocca a me, è solo un inizio, ma sono a carico a molla, ho di nuovo una voglia matta di tornare a fare ritratti.

Intanto vendo il 100mm macro in settimana.

Grazie Efrem!

workshop fotografico

_MG_7359_bn

_MG_7353_bn2